Mentana SI, Mentana NO

Print Friendly, PDF & Email

Enrico Mentana si conferma uno straordinario animale televisivo, unico, capace di tenere inchiodati i telespettatori anche nei testa a testa sulla legge di riforma costituzionale e sul prossimo referendum a partire da quello tra Matteo Renzi e Gustavo Zagrebelsky, andato in onda su La7 il 30 settembre.


Unico Menrana, non solo perché riesce a portare nel suo studio i massimi esponenti del fronte del sì e del fronte del no, riesumando anche vecchi leader come è stato il caso di Ciriaco De Mita anch’egli messo a confronto con Matteo Renzi, ma anche perché ha dimostrato di saper condurre con imparzialità e competenza sfide durate oltre due ore spesso anche molto aspre pur nei toni a volte solo faticosamente pacati dei contendenti, come nel caso del match Renzi-Zagrebelsky. Nel  durissimo scontro nella serata di Renzi-De Mita, venerdì 29 ottobre, Mentana si è trovato addirittura a dover utilizzare una pausa pubblicitaria per tentare di spegnere l’incendio che solo due “ex democristiani” sono capaci di accendere. Bravo anche in questo perché poi alla ripresa lo scontro non si è fermato ma non è degenerato come pareva potesse succedere. Serata formidabile.

Per chi l’ha perso questo il link al duello Renzi-De Mita nel sito de La7:

http://tg.la7.it/politica/renzi-de-mita-confronto-su-la7-oggi-la-manifestazione-pd-29-10-2016-109301

Condividi!

Lascia un commento