Senato: ritardi inaccettabili

Print Friendly, PDF & Email

di Salvatore Curreri

Sono trascorsi cinquantadue giorni dalla seduta della Giunta per il regolamento del Senato dello scorso 21 dicembre e ventiquattro da quella del 18 gennaio, e ancora attendiamo che ne vengano pubblicati i resoconti sommari sulla  relativa pagina del sito del Senato.

Resoconti indispensabili perché politici, operatori dell’informazione e studiosi possano cominciare a valutare quali saranno le modifiche regolamentari che il Senato intende introdurre a seguito della riforma costituzionale che ha deciso la riduzione del numero dei parlamentari, oggetto dell’ordine del giorno di entrambe le sedute.

Rumors interni parlano di contrasti tra le forze politiche sulla redazione del resoconto. Il che sarebbe un pessimo segnale per il varo di una riforma quanto mai necessaria per evitare che il prossimo Senato, ridotto a duecento membri, incontri seri problemi di organizzazione e funzionamento.

Al di là di ciò, resta il dato oggettivo di un inedito ed inaccettabile ritardo nell’obbligo di resocontazione. E un resoconto tardivo è già una violazione del principio della pubblicità dei lavori delle Camere.

Forse è il caso di mandare un segnale alla Casellati?

Condividi!

Un commento su “Senato: ritardi inaccettabili

  1. Segnalo che tra il 14 ed il 15 febbraio sono stati finalmente pubblicati i resoconti sommari delle sedute della Giunta per il regolamento del 21 dicembre 2021 e 18 gennaio 2022.

Lascia un commento

Utilizziamo cookie (tecnici, statistici e di profilazione) per consentire e migliorare l’esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.  Sei libero di disabilitare i cookie statistici e di profilazione (non quelli tecnici). Abilitandone l’uso, ci aiuti a offrirti una migliore esperienza di navigazione. Cookie policy

Alcuni contenuti non sono disponibili per via delle due preferenze sui cookie!

Questo accade perché la funzionalità/contenuto “%SERVICE_NAME%” impiega cookie che hai scelto di disabilitare. Per porter visualizzare questo contenuto è necessario che tu modifichi le tue preferenze sui cookie: clicca qui per modificare le tue preferenze sui cookie.