Legittima difesa e doverosa prudenza: bisturi, non accette

di Fabio Ferrari

Qualche anno fa mi trovavo a Strasburgo per motivi di lavoro; un giorno, rincasando, decisi di visitare un noto parco botanico della città.

Il mio proverbiale senso dell’orientamento mi consentì ben presto di perdermi, senza peraltro alcuna speranza di ritrovarmi, nel bel mezzo di quel raffinato verde: vagai nel nulla per qualche minuto, e finii per accorgermi di essere irrimediabilmente fuori strada quando i miei piedi poggiarono sul giardino non del parco, ma di una villetta che

Leggi tutto

La nuova legge sulla legittima difesa
e i rischi del cittadino-giustiziere

di Simona Raffaele *

Il 4 maggio 2017, la Camera dei deputati ha approvato la proposta di legge n. 3785, che introduce significative modifiche all’art. 52 c.p., in materia di legittima difesa, con particolare riferimento alle ipotesi di legittima difesa domiciliare. Il testo originario della proposta di legge prevedeva modifiche al solo art. 59 c.p., che disciplina la c.d. erronea supposizione della presenza di cause di giustificazione. Nel corso dei lavori parlamentari, però, sono stati approvati alcuni emendamenti che, modificando l’impianto originario della proposta di legge, introducono modifiche sostanziali anche all’art. 52 c.p., incidendo sull’ambito di operatività della legittima difesa.

Leggi tutto

Legittima difesa dalle leggi dello Stato?
Le riforme penali nel Paese fondato sulla Resistenza che si tiene il codice penale fascista

di Roberto Bin

Verso le 12 del 4 maggio 2017 (ieri, per chi scrive) la Camera ha approvato la riforma della legittima difesa. Tutti ne parlano, ma il testo della nuova legge a quasi 24 ore dalla sua approvazione non è ancora disponibile. Visto la dichiarazione di fine seduta (pag. 30) della presidente Boldrini, probabilmente è in fase di revisione formale. In rete si trovano sintesi e commenti, ma per un giurista, quale io sarei, sono i testi e non altro ciò su cui si dovrebbe parlare. Poi finalmente il testo passato e incardinato al Senato è risultato accessibile.

Leggi tutto